PRX-T33

Il PRX – T33 è un nuovo peeling a base di TCA (acido tricloroacetico), sostanza ben conosciuta in medicina estetica per le sue proprietà ristrutturanti, ma poco proponibile a chi desidera un recupero immediato perché provoca una forte esfoliazione.

Nel PRX – T33 l’acido tricloroacetico è utilizzato al 33% in combinazione con il 5% di acido cogico e perossido di idrogeno, che penetra rapidamente nelle membrane cellulari dei cheratinociti e neutralizza subito l’effetto esfoliante del TCA.

Ciò consente di ottenere una valida alternativa alla biorivitalizzazione iniettiva che sfrutta appieno l’azione ristrutturante dell’acido tricloroacetico per innescare nei fibroblasti e nel collagene un vero e proprio processo rigenerativo.

La seduta è semplice, per nulla traumatica ma anzi piacevole per il paziente.

La tecnica di applicazione è gradita dai pazienti perchè sostituisce le “punturine” con un massaggio profondo che l’operatore esercita secondo le linee di tensione elastica dei tessuti.

Le zone in cui il PRX – T33 trova maggiori indicazioni, oltre al viso, sono il collo, dove spesso sono presenti quelle antiestetiche rughe circolari, e il decolleté che presenta maggiormente i segni dell’invecchiamento cutaneo. E’ efficace anche sulla cute rilassata del seno ed è un ottimo trattamento nell’acne in fase attiva, portando ad un netto miglioramento già dalla prima seduta.

I risultati del PRX – T33 sono visibili già dalla prima seduta, ma se si vuole ottenere un risultato più stabile nel tempo, avremo bisogno di ripetere le sedute settimanalmente per almeno 4-6 volte.